Inauguriamo il primo sabato di marzo con la nostra rubrica dei booktag che oggi va a focalizzarsi sul primo libro della quadrilogia di Louisa M. Alcott, Piccole donne. Ringraziamo la Libraia in Soffitta per aver creato questa serie di domande alquanto interessanti e menzioniamo il blog Il Mondo di Sopra, dal quale abbiamo scovato il botta-risposta odierno.

La famiglia March

Un romanzo tutto al femminile.

Jackdaw risponde…

Il secondo capitolo della trilogia di Chocolat ci sta proprio bene come risposta, visto che le protagonista sono tutte in rosa, o meglio, in rosso: Vianne, cioccolataia che segue il soffiare del vento, Anouk, la figlia ormai sospesa tra il mondo dei piccoli e quello dei grandi, e Zozie de l’Alba, donna misteriosa dalle scarpe scarlatte che si insinuerà nella loro vita.

Link d’acquisto: Amazon

 

Lady C. risponde…

Già dal titolo si può intuire quanto questo libro calzi a pennello con la prima richiesta del presente booktag. Donne che Emigrano all’Estero. Storie di Italiane nel Mondo è una raccolta di testimonianze di esponenti del gentil sesso, vere e proprie, reali quanto me e voi, storie che hanno segnato la loro vita in bene e in male e che continueranno a segnarla. Mi è piaciuto leggere questi squarci di realtà, dove si possono scoprire anche diverse curiosità in merito ai vari paesi stranieri rappresentanti la nuova patria di queste protagoniste, e ho apprezzato, in egual misura, recensirli.

Link d’acquisto: Amazon

 

 

Margareth March

Un libro che ti ha instillato buoni sentimenti.

Jackdaw risponde…

Questo romanzo mi ha scaldato il cuore, emozionandomi come pochi prima di lui.

Link d’acquisto: Amazon

 

Lady C. risponde…

Ho avuto l’occasione di leggere Chiamami Anam di Igor Damilano e Cinzia Lacalamita grazie alla casa editrice Imprimatur che ne ha richiesto la recensione: questo romanzo breve ha saputo riempire il mio cuore di serenità, amore e gioia profonda, con un pizzico di misticismo legato al destino e a ciò che quest’ultimo causa a noi, pedine in balia delle sue decisioni incontrollabili e incontrovertibili.

Link d’acquisto: Amazon

 

 

Robert March

Un libro con un protagonista che abbia un forte senso del dovere.

Jackdaw risponde…

Il primo a venirmi in mente è stato Julian Blackthorn, Shadowhunter sensibile e coraggioso che farebbe ogni cosa per il bene della sua famiglia e di Emma, sua parabatai, anche a costo di prendersi tutte le responsabilità sulle proprie spalle.

Link d’acquisto: Amazon

 

Lady C. risponde…

Non solo in Senza tregua, devo confessarlo, ma anche in tutti gli altri tre romanzi della quadrilogia Le relazioni Blackstone, si può percepire tra le righe l’impegno costante di Ethan nel voler, in ogni modo possibile, proteggere Brynne da qualsiasi persona e da qualsivoglia evento che potrebbe ferirla o peggio. Il protagonista maschile creato da Raine Miller si sente in dovere di difenderla, a costo della propria vita: questo è ciò che lo muove e, paradossalmente, lo fa sentire vivo come non mai.

Link d’acquisto: Amazon

 

 

Jo

Un romanzo con una protagonista forte e ribelle.

Jackdaw risponde…

La protagonista in questione è sicuramente Arya Stark, terzogenita tutta spigoli di Grande inverno, battagliera e indomita.

Link d’acquisto: Amazon

 

Lady C. risponde…

Leggendo gli aggettivi forte e ribelle, mi è venuta in mente Cristiana, protagonista indiscussa de I pirati del lago, scritto da Mariangela Camocardi.
Per poter sopportare tutto quello che questa ragazzina di sedici anni ha sopportato, bisogna essere più che forti; per riuscire a tener testa ad antagonisti come quelli presenti in questo romanzo storico, bisogna essere più che ribelli. Sì, credo che questa mia risposta sia la più adatta per una domanda del genere.

Link d’acquisto: Amazon

 

 

Beth

Un racconto dolce e delicato.

Jackdaw risponde…

Ho dovuto pensarci parecchio e alla fine è riemerso dalle nebbioline della mente il racconto di Mignolina, una delle fiabe di H. C. Andersen che più amavo da piccina.

Link d’acquisto: Amazon

 

Lady C. risponde…

Il racconto dell’isola sconosciuta è stato il primo libro di José Saramago che ho letto. Proprio perché l’ho apprezzato tantissimo, avevo messo in wish list Cecità dello stesso autore, uno dei libri che il mio fidanzato mi ha regalato per il nostro terzo anniversario.
Cosa posso dire di queste 43 pagine? Sarebbe davvero un peccato non leggerle: non vi serve molto, neanche un’oretta per assaporare questa piccola e grandiosa avventura.

Link d’acquisto: Amazon

 

 

Meg

Un libro incentrato sul legame tra sorelle.

Jackdaw risponde…

Citerei il romanzo d’esordio della scrittrice australiana Kate Morton, che ruota attorno allo sviluppo burrascoso del rapporto tra le sorelle Hartford, incrinatosi piano piano per amore.

Link d’acquisto: Amazon

 

Lady C. risponde…

Nonostante le pecche che ho riscontrato in questo libro, aspetti negativi elencati nella recensione che posterò mercoledì prossimo, Ti ricorderò, sorridendo di Marilena Di Micco si focalizza proprio su un legame del genere, un rapporto profondo tra due “sorelle” che, a dispetto di tutto e tutti, rimarrà integro, per sempre. Perché tra virgolette? Beh, il sangue è l’unica cosa che non accomuna Elhaida e Aurora, due ragazze che si sono scelte, tra tante altre.

Link d’acquisto: Amazon

 

 

Amy

Un libro verso il quale avevi grandi aspettative, ma in cui hai trovato dei difetti.

Jackdaw risponde…

Nutrivo grandissime aspettative verso il capitolo conclusivo della Century Trilogy follettiana, ma purtroppo a un quarto dalla fine l’ho abbandonato al suo destino. Lo riprenderò presto in mano per rileggerlo con il resto della serie.

Link d’acquisto: Amazon

 

Lady C. risponde…

È il secondo libro di Dan Brown che proprio non mi è piaciuto. Ho trovato La verità del ghiaccio leggermente noioso e quasi interminabile, nonostante la sua mole di pagine caratterizzasse il numero consueto a cui lo scrittore solitamente punta con una sua opera. Insieme a Il simbolo perduto, sono gli unici romanzi che proprio mi hanno delusa, distruggendo ogni alta aspettativa che, fino a poco prima di addentrarmi nelle loro pagine, avevo nutrito nei loro confronti.

Link d’acquisto: Amazon

 

 

Zia March

Un libro che ti ha irritato.

Jackdaw risponde…

In realtà non mi ha irritato il libro in sé, quanto l’antagonista di turno, presuntuosa e vuota.

Link d’acquisto: Amazon

 

Lady C. risponde…

Se devo essere precisa, in verità è la protagonista che, almeno all’inizio, mi ha irritata e non poco. Credo che Samantha Testa de Odio l’amore, ma forse no sia il peggio del peggio per quanto riguarda le protagoniste femminili di romance contemporanei. Fin dalle prime pagine, mi è sembrata troppo saccente, così tanto da volerle dare una sberla solo per farle capire di darsi una calmata, troppo “So’ figa, so’ bella, so’ foto modella”, inducendomi quasi a urlarle contro che la bellezza è soggettiva e non rappresenta un concetto universale. Troppo tutto, insomma.
Tuttavia, il romanzo di Lidia Ottelli mi è piaciuto: più progrediva la storia, più Sam si calmava e cresceva. Fortunatamente.

Link d’acquisto: Amazon

 

 

Laurie

Un libro incentrato sui rapporti di amicizia.

Jackdaw risponde…

Direi che questo fantasy non convenzionale, primo di una serie, si addica assai alla richiesta, visti la profonda amicizia e il cameratismo che legano i componenti della banda dei Bastardi Galantuomini.

Link d’acquisto: Amazon

 

Lady C. risponde…

È stato curioso venire a conoscenza di questo romanzo, A volte l’amore non serve di Elisa Achiluzzi. Anaëlle de La Stamberga d’Inchiostro me ne parlò e devo ringraziarla perché mi ha fatto conoscere una storia bellissima, dove l’amicizia, quella tra tre donne, Laura Francesca ed Emma, fa da padrona, indiscussa, ponendo in secondo piano il solito protagonista di sempre, cioè l’amore.

Link d’acquisto: Amazon

 

 

James Lawrence

Un libro che ti intimoriva, ma che una volta letto ti è rimasto nel cuore.

Jackdaw risponde…

Dato il mio rapporto un po’ conflittuale con i classici, avevo paura potesse annoiarmi, ma al contrario mi ha rapito, mollandomi direttamente sul sagrato di Notre Dame di fine ‘400.

Link d’acquisto: Amazon

 

Lady C. risponde…

Se avete letto la mia recensione in merito, sapete benissimo quanto questo romanzo abbia aspettato e aspettato e aspettato una minima porzione del mio tempo, giusto quello necessario a leggerlo. Proprio per la mole considerevole, ben 550 pagine, avevo timore a intraprendere il viaggio in E le stelle stanno a guardare di A. J. Cronin. Non smetterò mai di sbagliare in questa mia vita da lettrice accanita. No, assolutamente no.

Link d’acquisto: Amazon

 

 

John Brooke

Un libro che hai trovato istruttivo.

Jackdaw risponde…

L’ho già nominato la volta scorsa, ma faccio il bis. Meglio inculcarla bene la grammatica.

Link d’acquisto: Amazon

 

Lady C. risponde…

Rettifichiamo, lo sto trovando istruttivo. È da una settimana circa che leggo questo libro, qualche pagina ogni giorno, così, per far pausa dalla realtà e per sentirmi compresa, diciamo. Codice Montemagno non è solo un manuale, dove possiamo trovare esperienze di vita vera, senza filtri, ma è anche un insieme di piccole pillole di saggezza, consigli utili su come approcciarsi al lavoro, alle persone, alle situazioni di sempre, hint di cui io sto facendo un enorme tesoro.

Link d’acquisto: Amazon

 

 

Fritz Bhaer

Un libro che basandoti sulla cover non avresti mai comprato, ma che poi ti ha conquistato.

Jackdaw risponde…

Tiro in ballo di nuovo il caro Follett, di cui, guardando solamente la copertina dell’edizione dell’epoca, non avrei mai preso questo thriller. Lascio a voi le deduzioni del caso.

Link d’acquisto: Amazon

 

Lady C. risponde…

Il più delle volte mi capita proprio di scegliere un libro dalla sua copertina o dal titolo accattivante che cattura la mia attenzione. Ho scoperto Abitudini camaleontiche grazie all’autrice, Annalisa Gasparotti, che ne aveva chiesto la recensione: non l’avrei mai comprato, basandomi sulla bellezza, che proprio non rientra nei miei standard, della cover, e, a causa di questo, non l’avrei apprezzato come invece ho fatto. L’occhio vuole la sua parte, certo, ma bisogna fare attenzione perché potrebbe essere davvero facile perdere chicche letterarie niente male.

Link d’acquisto: Amazon

 

 
 

La Stamberga d’Inchiostro, Il nostro angolo dei sogni e The Perfect Book, pronte a rispondere? Noi siamo terribilmente curiose di scoprire le vostre repliche. Ricordiamo, però, che tutti quanti possono partecipare, qui sul blog o con un commento in pagina, sotto al post inerente!