Per il booktag odierno, dedicato interamente alla primavera, siamo andate a curiosare su un nuovo blog, gentilmente consigliatoci da Anaëlle de La Stamberga d’Inchiostro. Vivere tra le righe è il rifugio letterario di Eleonora, anfratto libroso nato da poco ma già tanto attivo: chiaramente vi invitiamo a dargli un’occhiata, anche piccina piccina, perché merita moltissimo.

 

Com’è la primavera dove vivi?

Lady C. risponde…

Direi che qui da me, con l’avvento della primavera, la temperatura comincia a essere meno rigida. È il classico tempo “nel mezzo”, quando praticamente non sai come vestirti, capitandoti di indossare troppo o troppo poco e magari buscandoti qualche malanno, come è successo a me in questi giorni. Tuttavia, tralasciando questo piccolo particolare, come stagione è bellissima, in quanto la natura sboccia, facendoti intravedere uno scorcio notevole della sua bellezza: è davvero uno spettacolo questa rinascita che avviene ogni anno e ti induce a sorridere, anche se magari è l’ultima cosa che vuoi fare, se la giornata è andata storta, peggio della Torre di Pisa.

 

Jackdaw risponde…

Tiepida, talvolta piovosa e colorata, visto che il grigiore della nebbia non scende quasi più.

 

 

Qual è il libro più atteso in uscita di questa primavera?

Lady C. risponde…

Questo è il titolo che mi è venuto in mente per primo. Adoro Jamie McGuire, penso che si sia capito ormai da molto! Sono curiosa di leggere Un disastro perfetto perché vorrei finalmente conoscere da vicino il gemello di Taylor, cioè Tyler. Ok, forse sono leggermente, ripeto e sottolineo leggermente, ossessionata da questa serie e dalla sua scrittrice, ma non importa: non vedo l’ora che esca questo volume e che arrivi anche Tempo di Libri a Milano. Perché?, vi chiederete… Beh, l’autrice è una delle numerosissime ospiti della fiera! Sono già là, praticamente.

Link d’acquisto: Amazon

 

Jackdaw risponde…

Anche se non sono sicura della data, in aprile dovrebbe uscire Il caso Malaussène, nuovo romanzo di Daniel Pennac con protagonisti Benjamin Malaussène e la sua strampalata – ma ormai a me cara – tribù.

 

 

Mostra una copertina di un libro che ti fa pensare alla primavera.

Lady C. risponde…

Forse è banale come risposta, ma non sapevo quale altro libro scegliere, lo ammetto. Il linguaggio segreto dei fiori di Vanessa Diffenbaugh è uno dei tantissimi arretrati che ho comprato e mai letto: vi confesso, è stata proprio questa copertina a indurmi all’acquisto, incuriosendomi come solo può fare una delle tante cover della casa editrice Garzanti che, diciamocela tutta, adotta fin troppo bene le proprie scelte in campo di grafica.

Link d’acquisto: Amazon

 

Jackdaw risponde…

Oltre ai boccioli, una della cose che più associo alla primavera sono gli uccellini che cantano, motivo per cui ho scelto la copertina qui a fianco.

Link d’acquisto: Amazon

 

 

Dove ti piace leggere in primavera?

Lady C. risponde…

Direi in giardino. Prima lo facevo molto più volentieri perché a farmi compagnia c’era il mio cane Charlie. Ora che non c’è più, a volte mi ritrovo sull’erba solo per ricordarmi com’era prima, com’era bello stare con lui, con o senza libro in mano.
Vorrei, però, provare a leggere nel parco vicino a casa: magari seduta su una panchina, in mezzo alla natura, mi troverei bene. Chissà!

 

Jackdaw risponde…

In giardino e sul balcone.

 

 

Mostra una copertina con il sole su di essa.

Lady C. risponde…

Si vede poco, ma si vede ed è questo ciò che conta. Ho nominato parecchie volte nei booktag più recenti I pirati del lago di Mariangela Camocardi, un libro che mi è piaciuto tantissimo, provocandomi il risveglio di una miriade di emozioni contrastanti e altalenanti. Se volete leggere uno storico che lasci il segno nei vostri cuore e mente, non mi stancherò mai di dirlo, questo romanzo fa per voi, non dubitatene!

Link d’acquisto: Amazon

 

Jackdaw risponde…

In questa meravigliosa copertina, l’occhio cade sicuramente sul sole che tramonta dietro l’Accademia, gettando una luce suggestiva sul resto.

Link d’acquisto: Amazon

 

 

Quali sono le tue letture primaverili preferite?

Lady C. risponde…

Non credo di poter rispondere a questa domanda. Non penso di avere delle letture specifiche per le varie stagioni! Leggo qualsiasi cosa mi capiti a tiro, senza pensarci troppo. Praticamente, vado a naso o, se preferite, a intuito.

 

Jackdaw risponde…

In realtà non ho letture di stagione preferite, solitamente scelgo i libri sul momento.

 

 

Mostra un libro con molti colori diversi.

Lady C. risponde…

Sbaglio o l’ultimo romanzo di Ornella De Luca ha una copertina fantastica e variegata con tutte quelle tonalità presenti? Me ne sono innamorata subito e, quando l’autrice mi ha chiesto se volevo leggerlo per poi farne la recensione, mi ci sono fiondata seduta stante. L’ho letto martedì d’un fiato, visto che comunque è molto breve. Poche orette che mi sono bastate per rilassarmi e vivere una storia bellissima. Se non l’avete letto e adorate i romance, compratelo: non ve ne pentirete!

Link d’acquisto: Amazon

 

Jackdaw risponde…

Dopo il rosso dominante, c’è ancora un bel pezzo di tavolozza da osservare su questo spassoso romanzo di Benni, colorato fuori quanto lo è dentro.

Link d’acquisto: Amazon

 

 

Abbiamo omesso l’ultima domanda del booktag perché riguardava le nomine dei blog che vorremmo rispondessero ai quesiti: chiaramente, anche questa volta, non ci dimentichiamo di farlo e, perciò, La Stamberga d’Inchiostro, Il nostro angolo dei sogni e The Perfect Book, scatenatevi e date il vostro contributo a questa primavera librosa!