Ringraziando Em di Il nostro angolo dei sogni, la Nicchia si appresta ora a rispondere al book tag “25 curiosità libresche su di me”. Essendo quasi certe di non riuscire a stilare una lista così lunga ciascuna, abbiamo deciso di adottare il proverbio “L’unione fa la forza” e quindi, insieme, io e Jackdaw abbiamo redatto questi punti. Non solo è stato un buon modo per conoscerci meglio e farci conoscere a voi, ma abbiamo anche potuto constatare di avere delle affinità, una sorta di Team Rocket dei libri per intenderci.

1.

Ogni volta che compro un nuovo cartaceo, lo copro con una pellicola, solitamente trasparente ma anche colorata a volte. Non voglio farli rovinare e poi, insomma, è necessario del decoro nella mia libreria: nessun libro girerà nudo sotto gli occhi di tutti! (Lady C.)

2.

Usiamo dei segnalibri un po’ fuori dagli schemi, quando ci capita di bloccare la lettura per un qualsivoglia motivo: visto che un pezzo di carta è così mainstream, preferiamo di gran lunga adottare, che so, un biglietto del pullman o, visto che siamo assuefatte a tale bevanda, i contenitori cartacei delle cannucce degli Estathè. Rigorosamente al limone, è chiaro.

3.

Non presto mai i libri. Sono assolutamente gelosa dei miei cartacei: ogni volta che penso soltanto al dover prestare un libro, mi viene l’ansia perché ho paura che esso non ritorni più in mio possesso o ne ritorni martoriato dalla disattenzione di colui/colei a cui l’ho prestato. Preferisco non correre il rischio. (Lady C.)

4.

Quando leggo scene romantiche da “occhi a cuoricino”, non solo lo stomaco mi si riempie di farfalle e il cuore mi batte più forte stile “Aritmia in corso”. Solitamente sorrido beata, in estasi, e prendo con i denti l’unghia del pollice, destro o sinistro, mordicchiandola. (Lady C.)

5.

Essendo l’unica lettrice in famiglia, gestisco da sola la libreria e guai a chi la tocca. Sto prendendo in considerazione l’idea di mettere il cartello Keep away in effetti. (Jackdaw)

6.

Quando mi capita di leggere delle scene imbarazzanti nel libro, come ad esempio un personaggio viene colto in flagrante, nonostante magari sia preparata alla scena, non riesco a fare a meno di chiudere il libro e inveire, bonariamente e non, contro il “furfante” per un po’ ad alta voce. Tranquilli, non vi sto scrivendo dal manicomio. (Lady C.)

7.

Diciamo sempre “Un altro capitolo e basta” e poi ci ritroviamo a far nottata e finire il libro in una sera. È un complotto, non c’è che dire.

8.

Ordino libri online solo in casi eccezionali, e cioè quando risultano essere introvabili in libreria. I motivi sono due. Prima di tutto, mi figuro il calvario che il libro compie obbligatoriamente durante il viaggio con il corriere: non voglio e non oso immaginare cosa possa succedere al poverino. Secondo, preferisco di gran lunga avventurarmi in libreria e lasciarmi guidare dall’istinto, se non dalla wish list. (Lady C.)

 

9.

Preferisco i libri in brossura. Quando me ne capita uno rilegato, tolgo la sovracopertina per non deturparla, senza contare che mi dà anche un po’ noia in realtà. (Jackdaw)

10.

Durante la lettura, creo un file al computer, così posso prendere appunti riguardo alla recensione da scrivere una volta ultimata la lettura. Molto spesso, mi segno anche le citazioni che più mi hanno colpita: visto che non sempre il suddetto documento è a disposizione, in caso sia sprovvista di carta e penna, sono così tecnologica da usare il telefono e fare fotografie delle pagine del libro. Al passo con i tempi, proprio. (Lady C.)

11.

Penso che il momento migliore per leggere sia la notte. (Jackdaw)

12.

Odio evidenziare o sottolineare i libri. Provo questo astio anche quando sono quasi costretta a farlo con i libri dell’università. A me pare sempre di violentarli: quindi detesto farlo anche perché mi sento ferita a mia volta. Profondamente. (Lady C.)

 

13.

Prima di iniziare una lettura e anche dopo averla conclusa, accarezzo la copertina. È un comportamento leggermente pazzoide di per sé. E se vi dicessi che lo faccio anche con il Kindle? Sono morbosa, sì. (Lady C.)

14.

Dopo la lettura di una saga che particolarmente mi ha rapita, mi ritrovo a rileggere le ultime pagine del libro conclusivo della serie per non uscire ancora del tutto da quel mondo che tanto ho amato. Capita anche per quegli autoconclusivi che hanno saputo stregarmi con un unico volume. (Lady C.)

15.

Per leggere, esigiamo il più silenzio assoluto o quasi. Della serie, la biblioteca ci fa un baffo.

16.

Leggiamo quasi sempre un libro alla volta: almeno non ci confondiamo con le storie e le apprezziamo di più. Viva la monogamia!

 

17.

Quando inizio una saga la completo in ogni caso, anche se non mi convince del tutto. (Jackdaw)

18.

A volte, mi capita di leggere ad alta voce, per coinvolgermi di più nella lettura, per sentirmi ancora più sulla pelle ogni sensazione percepita dai personaggi. (Lady C.)

19.

A causa del punto sopra, mi procuro sempre una bevanda da tenermi vicino, durante la lettura. (Lady C.)

20.

Nella libreria ordino i libri per autore e cerco di allestire i ripiani in base al genere letterario. (Jackdaw)

 

21.

Durante la lettura, mi piace tenere informate le persone più vicine a me riguardo a ciò che leggo, anche spoilerando ma solo nel caso in cui sappia che il mio interlocutore, per un motivo o per l’altro, non intraprenderà la mia lettura in corso. Prima lo facevo con mia madre, ora con Jackdaw, che mi vuole bene nonostante tutto. (Lady C.)

22.

Prima di iniziare a leggere un libro, che sia nuovo di zecca, vecchio o già letto cento volte, non possiamo fare a meno di sniffare le pagine: il profumo dei libri è assuefacente, ormai la cosa è verificata.

23.

Devo confessare di essermi appassionata davvero alla lettura solo a partire dalla seconda liceo, prima ero una lettrice veloce ma piuttosto saltuaria. (Jackdaw)

24.

Mentre leggo, molto spesso mi capita di camminare in giro per la stanza. E poi tutti hanno anche il coraggio di dirmi che non pratico nessuno sport! (Lady C.)

25.

Quando mi capita di trovare un quadrifoglio, lo lascio sempre nei libri che preferisco, solitamente in un punto particolarmente speciale per me. Non sono superstiziosa, però è un’abitudine a cui ho sempre tenuto fede. (Jackdaw)

E voi? Avete qualche stranezza da rivelare? Forza, forza, non siate timidi e rendeteci partecipi delle vostre curiosità libresche!