Quasi come un appuntamento fisso, un nuovo articolo della rubrica Tra gli scaffali con… apre il primo giovedì di febbraio. Forse le uscite che vi segnaleremo saranno meno della settimana scorsa, ma altrettanto valide da obbligarvi a prendere carta e penna, ovviamente.

Vecchi o nuovi libri, non importa: ciò che conta è leggere, sempre e comunque. Ringraziamo, quindi, le nostre case editrici di fiducia, Intrecci Edizioni, Collana Floreale di PubMe, Genesis Publishing, Quixote Edizioni, flower-ed, Newton Compton, Triskell Edizioni e Mondadori, perché è solo grazie a loro che abbiamo sempre qualche tesoro letterario a farci compagnia nelle nostre abituali giornate.

 
 

 
 

Perché Fratelli di storia?

Perché c’è un luogo nella vita dove andare davvero. Questo luogo è la storia che abbiamo passato insieme. È l’unica cosa che ci lega. Nonostante i drammi, le lacerazioni, i conflitti. Non sono le idee o le ideologie o i fatti, è la storia.
Non è un romanzo storico. La storia è cornice. Di più, è uno spazio mentale nel quale si inscenano, dentro uno squarcio di vita nazionale, due esistenze in contesti storici assai diversi, ma contigui.
Due sono le date simboliche nelle quali si consuma il dramma di una nazione:
⁃ 8 settembre 1943, il giorno dell’armistizio con gli anglo americani nel 2° conflitto mondiale; il giorno della catastrofe; il giorno nel quale è morto il concetto di patria.
⁃ 12 dicembre 1969, il giorno della strage di piazza Fontana a Milano; il giorno nel quale molti italiani persero la loro innocenza, ma presero coscienza che la democrazia si prende e non si concede.
Che storia è. È storia di un tentativo di redenzione laica. Ciò che l’uomo è disposto a fare, a rischio di perdersi pur di salvarsi dalla tempesta.
È l’itinerario umano di anime perdute nella tempesta dei Giorni.
I protagonisti sono come gli Arcangeli nel Paradiso Perduto di John Milton. Cacciati dal paradiso dei loro ideali, si sfracellano nel fango e nel sangue della Terra, perdono la loro purezza e diventano Diavoli. Vedi i Nomi dei personaggi o i Nomi dei Luoghi che i personaggi frequentano. I temi della Follia, della Violenza e l’esperienza della Morte.
È il viaggio del nostro esserci. Del nostro essere nel mondo. Generazioni che hanno scontato la storia del Novecento, un secolo rivoluzionario, partecipando a quello che era l’ordine del giorno a quel tempo.

Titolo: Fratelli di storia

Autore: Marco Casula

Casa editrice: Intrecci Edizioni

Data di pubblicazione: 28 luglio 2017

Collana: Enne

ISBN: 978-88-9955-034-9

Pagine: 278

Costo: 16.00 euro

Link d’acquisto: Amazon (cartaceo)

Sinossi: Due esistenze a confronto e un solo finale. Due giovani cresciuti in epoche diverse. Due vite, quelle di Umberto Ascanio e Istevene Oppes, nutrite da forti e opposte motivazioni ideali che eventi più grandi di loro travolgeranno. Ambedue si perderanno lungo strade che non avevano previsto. Si ritroveranno soli, in un lento ritorno alle origini, un viaggio senza speranza, come gli Arcangeli di Milton, impuri e perduti in Terra. La prima storia è di Umberto Ascanio, tenente repubblichino, sopraffatto dalla guerra fascista che lo divide dalla famiglia e dal suo amico d’infanzia, Massimo Galanti, internato in un campo di concentramento. La seconda è di Istevene Oppes, agli albori della contestazione studentesca, all’indomani della strage di Piazza Fontana. Nell’infuocato clima sociale del Paese, il suo fervore politico, come quello dei suoi amici, s’innesta nelle proprie dinamiche individuali, incapace di dare senso alla vita. L’atto finale è il disvelamento della storia, la compiuta catarsi dal vuoto nel quale Istevene si è sempre sentito immerso.

Per la Collana Floreale di PubMe, l’inizio di quest’anno ha portato grandi novità. Prima fra queste è sicuramente Cinque minuti a mezzanotte di Maria Capasso, un libro narrante di Cloe, una ragazza che, dopo il tradimento del suo ormai ex fidanzato, riscopre cosa vuol dire essere felici, una bellezza infinita a portata di libro.

Titolo: Cinque minuti a mezzanotte

Autrice: Maria Capasso

Casa editrice: Collana Floreale (PubMe)

Data di pubblicazione: 11 gennaio 2018

Genere: Romance

Formato: Ebook

Pagine: 80

Costo: 2.99 euro

Link d’acquisto: Amazon (ebook)

Sinossi: Nelle vie di Montmartre, in epoca moderna, abita Cloe. Lavora alla reception di un noto hotel parigino. Dopo aver scoperto che il suo ex la tradiva, non si è lasciata uccidere dalla rabbia e dal dolore: ha iniziato ad amare solo se stessa. Una sera, grazie al libro di Flaubert, Madame Bovary, conosce Martin in gruppo Facebook dedicato alla letteratura francese, e da lì inizia l’avventura che restituirà a Cloe la gioia di ballare e tenersi per mano sotto la pioggia.

 

Firefly. Dammi un’altra identità di Marianna Calandra è un romance young adult concernente una ragazza di nome Melanie che ha appena concluso le scuole superiori e non sa ancora cosa vuole dalla sua vita. Le risposte sembrano troppo distanti per essere afferrate, ma forse le serve solo una guida per raggiungerle e finalmente stringerle a sé.

Titolo: Firefly. Dammi un’altra identità

Autrice: Marianna Calandra

Casa editrice: Collana Floreale (PubGold)

Data di pubblicazione: 24 gennaio 2018

Genere: Romance Young Adult

Formati: Ebook / Cartaceo

Pagine: 99

Costi: 1.99 euro / 9.99 euro

Link d’acquisto: Amazon (ebook), Amazon (cartaceo)

Sinossi: Melanie ha appena concluso le scuole superiori e si ritrova a vivere un momento difficile: capire cosa vuole.
Il suo ragazzo l’ha lasciata, le sue amiche si sono allontanate, o le ha allontanate, e guardandosi allo specchio non riesce più a riconoscere come sua l’immagine che vede riflessa.
Nel momento più critico e buio vede presentarsi alla sua porta Sebastiano. Il ragazzo è il figlio di una coppia di amici dei suoi genitori e passerà con lei il resto dell’estate mentre i suoi sono via per una vacanza.
I paletti che cercherà di mettere fin da subito, per non lasciarlo entrare nella sua vita e soprattutto nel suo cuore ormai fragile, cederanno ben presto, perché lei ha bisogno del suo aiuto. Sebastiano la porterà a riscoprire se stessa, a trovare le risposte che da sempre risiedono nel suo cuore ma che non è mai stata in grado di leggere.
La fine dell’estate incombe e nascerà una nuova paura per Melanie: che ne sarà di loro due quando questa indimenticabile estate terminerà?

 
 

 
 

Eteree come gli angeli di un affresco e demoniache come i peccati nascosti dietro i loro sguardi, queste sono Illyria, Ezra e Danerys, le tre protagoniste de Il legame alchemico, un urban fantasy di Cristina Petrini in cui sarà proprio ciò che dà il titolo al libro a segnare la loro sorellanza.

Titolo: Il legame alchemico

Autrice: Cristina Petrini

Casa editrice: Genesis Publishing

Data di pubblicazione: 26 gennaio 2018

Genere: Urban Fantasy, Mistery

Collana: InFantasia

ISBN: 978-618-5330-21-7

Pagine: 245

Costi: 3.99 euro / 10.60 euro

Link d’acquisto: Amazon (ebook), Amazon (cartaceo)

Sinossi: Le ragazze diventano donne facendo l’amore, ma Illyria, Ezra e Danerys lo sono diventate attraverso il dolore. La loro sorte sarà segnata da un percorso già tracciato da Merrit, una donna integerrima chiamata a trasformarle nelle armi necessarie a distruggere una forza antica chiamata i Purificatori. Ma come accade spesso, l’inizio del viaggio farà percorre loro una strada non segnata sulla mappa del destino, ma che le porterà a svelarne i veri piani.

 

Lo ‘Ndranghetista è un romanzo dalle tematiche forti: non è solo la storia immaginaria di un giovane sopraffatto dall’ingiustizia, ma è un emblema per molti di coloro i quali sono stati costretti, e lo sono tutt’ora, nella fitta trama di una “società” senza vie d’uscita.
Grazie anche all’utilizzo di espressioni dialettali e personaggi di fantasia, Giuseppe Cosentinopresenta un’analisi critica sociologica della realtà calabra degli anni ’70 e ’80, con le sue ingiustizie, le sue contraddizioni, i suoi sacrifici e le sue verità.

Titolo: Lo ‘Ndranghetista

Autore: Giuseppe Cosentino

Casa editrice: Genesis Publishing

Data di pubblicazione: 31 gennaio 2018

Genere: Narrativa, Storico, Sociologico

Collana: InTempo

ISBN: 978-618-5330-24-8

Pagine: 245

Costi: 2.99 euro / 10.60 euro

Link d’acquisto: Amazon (ebook), Amazon (cartaceo)

Sinossi: Rocco Calandro – un giovane calabrese, primogenito di undici figli, con l’unico desiderio di entrare nel mercato della frutta – subisce un caso di “malagiustizia”. Condannato e incarcerato, da innocente, per un omicidio mai commesso, si ritrova catapultato in una realtà fatta di uomini d’onore, codici di comportamento prestabiliti, rigide gerarchie. Una realtà a cui Rocco dovrà adeguarsi per poter sopravvivere, ma soprattutto per salvaguardare la propria famiglia, già di umili origini, poi caduta in disgrazia dopo la sua ingiusta detenzione.
Scelte difficili, intrighi, corruzione, avidità, sacrificio, queste le maglie di un intreccio che è solo il primo capitolo di un racconto ben più ampio, che ci narrerà la storia “clandestina” di una terra maledetta, come quella calabro-sicula. Ma quanta di quella maledizione è autogenerata? Quanta invece è stata scagliata dai cosiddetti “poteri forti”?

 
 

 
 

Può una piccola bugia detta a fin di bene cambiare drasticamente il corso delle cose? A quanto pare sì e possiamo assodarlo leggendo Piccole Bugie, il primo libro della serie Pretty little lies, firmata Jennifer Miller.

Titolo: Piccole Bugie

Titolo originale: Pretty little lies

Serie: Pretty little lies #1

Autrice: Jennifer Miller

Casa editrice: Quixote Edizioni

Data di pubblicazione: 29 gennaio 2018

Traduttrice: Sibilla Stivell

Cover Artist: Angelice Graphics and Book Cover Designer

Genere: Contemporaneo

Ambientazione: Chicago

Formati: Pdf, Epub, Mobi / Cartaceo

ISBN: 978-88-9312-355-6

Pagine: 344

Costo: 3.99 euro

Link d’acquisto: Amazon (ebook)

Sinossi: Come ogni ragazza innamorata di diciotto anni, Olivia sognava di vivere per sempre felice e contenta con l’amore della sua vita. Luke è tutto ciò che ha sempre sognato, fino a quando si trova ad ascoltare qualcosa che non avrebbe dovuto. Pochi secondi, e il suo cuore va in mille pezzi. Olivia cerca di affrontare la cosa nell’unico modo che conosce: scappa, lasciandosi alle spalle la famiglia, gli amici e il ragazzo che ama.
Alla ricerca della serenità e di una via di fuga, Olivia pensa di trovarle in un bad boy compassato di nome Deacon. Lui infatti è l’esatto opposto di Luke, e la cosa a Olivia non dispiace affatto.
Sono passati sette anni, Olivia è cresciuta, è diventata più saggia e sta tornando a Chicago per iniziare una nuova vita e riallacciare i rapporti con la sua migliore amica, Pyper. Quello che non si aspetta è di trovarsi di nuovo faccia a faccia con il ragazzo che si era lasciata alle spalle e di scoprire che, nonostante se ne sia andata, i suoi sentimenti sono rimasti gli stessi.
Riuscirà Olivia a mettere da parte la sofferenza nel suo cuore e a fidarsi di nuovo di Luke? Riuscirà a tagliare i ponti col passato, oppure continuerà a permettere che la sua vita venga influenzata da piccole insinuanti bugie?

 
 

 
 

flower-ed presenta il journal di Charlotte Brontë traducendolo ora per la prima volta integralmente in italiano e accompagnando il lettore nell’avventura letteraria attraverso ampi racconti, commenti e approfondimenti. Il volume è stato curato in ogni dettaglio da Alessandranna D’Auria, che si conferma una delle maggiori studiose della Brontë Family.

Titolo: Charlotte Brontë – Il diario di Roe Head 1831-1836

Collana: Windy Moors

Volume: 15

Autrice: Alessandranna D’Auria

Casa editrice: flower-ed

Data di pubblicazione: 29 gennaio 2018

Genere: Antologie

Formati: Epub, Mobi / Cartaceo

ISBN: 978-88-85628-20-5

Costi: 7.99 euro / 15.00 euro

Link d’acquisto: Amazon (ebook), Amazon (cartaceo)

Sinossi: Negli anni solitari in cui si trovò a Roe Head, prima come allieva e poi come insegnante, Charlotte Brontë tenne dei fogli slegati conosciuti oggi come Roe Head Journal: un testo in qualche modo legato ad Angria, il ciclo narrativo dell’adolescenza, eppure dotato di una sua indipendenza; un giornale di appunti in cui impresse con immagini che sembrano fotografie attimi di fantasia indotta, cosciente e visionaria, immagini che la memoria non doveva dimenticare, che la ragione doveva elaborare e che a casa, a Haworth, doveva raccontare. Il volume presenta il cosiddetto Roe Head Journal, il diario di Charlotte Brontë, per la prima volta tradotto integralmente in italiano, accompagnandovi nella lettura attraverso ampi racconti, commenti e approfondimenti. Non è una confessione di sé. Non troveremo parole chiare sugli stati d’animo di chi lo scrisse, né i desideri, né le speranze. Troveremo, piuttosto, cercando nella narrazione che queste pagine ci propongono, appunti, visioni, sogni che a casa, lontano dal collegio di Roe Head, diventeranno storie.

 
 

 
 

Dover cercare di dimenticare un evento spiacevole per avere anche solo una possibilità di andare avanti non è mai facile. Ritrovarsi in mezzo all’incubo, dopo una decina d’anni, è ancora più difficile di quel che si può credere. Tuttavia, è ciò che Emma Price deve fare ne Il bambino silenzioso, quando suo figlio ormai adolescente, Aiden, dato per morto nell’estate del 2006, riappare dal nulla.

Titolo: Il bambino silenzioso

Autrice: Sarah A. Denzil

Casa editrice: Newton Compton Editori

Data di pubblicazione: 29 gennaio 2018

Collana: Narrativa

Numero: 1800

ISBN: 978-88-2271-608-8

Pagine: 352

Costi: 2.99 euro / 9.90 euro

Link d’acquisto: Amazon (ebook), Amazon (cartaceo)

Sinossi: Nell’estate del 2006, Emma Price era lì quando fu ritrovato il cappotto rosso del suo bambino di sei anni, lungo il fiume Ouse. Fu la tragica storia dell’anno: il piccolo Aiden era sparito da scuola durante una terribile alluvione, era caduto nel fiume e poi annegato. Il suo corpo non fu mai ritrovato. Dieci anni dopo, Emma è riuscita finalmente a riacquistare un po’ di serenità. È sposata, incinta e le sembra di aver finalmente ripreso il controllo della sua vita quando… Aiden ritorna. Troppo traumatizzato per parlare, non risponde a nessuna delle infinite domande che gli vengono rivolte. Solo il suo corpo racconta la storia di una sparizione durata dieci lunghi anni. Una storia di ossa spezzate e ferite che testimoniano gli orrori che Aiden deve aver subito. Perché Aiden non è mai annegato: è stato rapito. Per recuperare il contatto con il figlio, ormai adolescente, Emma dovrà scoprire qualcosa sul mostro che glielo ha portato via. Ma chi, in una cittadina così piccola, sarebbe capace di un crimine tanto orrendo? È Aiden ad avere le risposte, ma ci sono cose troppo indicibili per essere pronunciate ad alta voce.

 

Cosa hanno in comune i delitti del mostro di Firenze, un antico manoscritto criptato e i tremendi segreti di un monastero del Trecento? Nel nuovo libro di Claudio Aita, la storia conosciuta viene completamente riscritta, come se riavvolgessimo su sé stesso quel tempo che non cancella l’orrore nell’eterna lotta tra bene e male.

Titolo: Il monastero dei delitti

Autore: Claudio Aita

Casa editrice: Newton Compton Editori

Data di pubblicazione: 29 gennaio 2018

Collana: Narrativa

Numero: 1809

ISBN: 978-88-2271-740-5

Pagine: 352

Costi: 2.99 euro / 9.90 euro

Link d’acquisto: Amazon (ebook), Amazon (cartaceo)

Sinossi: Geremia Solaris è allo sbando: un tempo studioso e uomo brillante, dopo disillusioni e fallimenti, a cinquant’anni si ritrova senza soldi, ambizioni e interesse per il suo lavoro, e con una bottiglia di Chianti per amica. La sua vita, però, è destinata a cambiare radicalmente quando riceve un’inquietante e-mail da un suo ex professore. In allegato c’è un misterioso manoscritto, che l’anziano docente chiede a Geremia di decriptare. Geremia, riscosso dal torpore e vinto dalla curiosità, si mette all’opera, ritrovandosi invischiato in un meccanismo che non riesce a comprendere fino in fondo. E quando in un secondo, sibillino messaggio il professore gli chiede di vederlo, ha la drammatica conferma di essere entrato in un labirinto di pericoli da cui è difficile uscire: un filo sottile si dipana e ricollega la Firenze medioevale a quella dei nostri giorni, e le orribili morti di secoli or sono sembrano allinearsi ai delitti che hanno terrorizzato la città e le sue campagne negli anni Ottanta. Riuscirà Solaris, seguendo il rivolo di sangue che attraversa il tempo e la Storia, a sopravvivere al Male?

 

Scioccante come Tredici ed emozionante come Colpa delle stelle, Se ti accorgessi di me di Sharon Huss Roat verte sulla solitudine “reale” degli adolescenti che cercano conforto nella vita parallela e “virtuale” in cui si crogiolano, quasi andando a sottolineare il paradosso per cui l’unico modo per essere notati sarebbe nascondere chi si è davvero.

Titolo: Se ti accorgessi di me

Autrice: Sharon Huss Roat

Casa editrice: Newton Compton Editori

Data di pubblicazione: 29 gennaio 2018

Collana: Narrativa

Numero: 1808

ISBN: 978-88-2271-739-9

Pagine: 352

Costi: 4.99 euro / 9.90 euro

Link d’acquisto: Amazon (ebook), Amazon (cartaceo)

Sinossi: L’ansia sociale di Vicky Decker l’ha spinta a elaborare complicate strategie per passare inosservata e non essere mai al centro dell’attenzione. L’unica con cui riesce a essere se stessa è la sua amica Jenna. Quando Jenna si trasferisce, però, Vicky rimane completamente sola e per combattere quell’isolamento ormai insostenibile, decide di creare una falsa identità sui social, ritoccando le foto di altre persone come se fossero sue e postandole sul profilo Instagram @vicurious. Improvvisamente comincia ad avere dei follower e ben presto si ritrova a vivere una vita parallela, senza nemmeno aver lasciato la sua cameretta. Ma più cresce il numero dei follower e più le diventa chiaro che ci sono moltissime persone, là fuori, che si sentono esattamente come lei: #sole e #ignorate nella vita reale. Per aiutare loro, e se stessa, dovrà rendere la sua realtà virtuale molto più reale…

 

Tenochtitlan è la città-isola degli Aztechi, meta succulenta per gli spaniard e la loro sete di potere. Che i conquistadores siano tra loro tutti alleati? O magari sarebbero capaci di pestarsi i piedi a vicenda?

Titolo: La guerra degli dei. La notte del serpente

Autore: Graham Hancock

Casa editrice: Newton Compton Editori

Data di pubblicazione: 29 gennaio 2018

Collana: Narrativa

Numero: 1814

ISBN: 978-88-2271-840-2

Pagine: 576

Costi: 4.99 euro / 12.90 euro

Link d’acquisto: Amazon (ebook), Amazon (cartaceo)

Sinossi: Cortés e il suo manipolo di conquistadores arrivano a Tenochtitlan, la città-isola degli Aztechi, su invito dell’imperatore Montezuma, che pianifica di intrappolarli e ucciderli tutti. Con un colpo da maestro, Cortés agisce d’intuito e anticipa le mosse del sovrano, prendendolo in ostaggio e piegando gli Aztechi al suo dominio. Tutto il Messico sembra sul punto di cadere ai suoi piedi quando un messaggio dalla costa annuncia l’arrivo di altri spaniard con un numero di soldati tre volte superiore al suo. E non si tratta affatto di rinforzi: i nuovi arrivati sembrano invece intenzionati a strappargli il potere appena conquistato. Cortés si trova quindi davanti a una scelta: accettare la resa o iniziare una guerra fratricida. Ed è proprio con la decisione di combattere che marcia verso gli spaniard, finendo per indebolire la guarnigione a Tenochtitlan. Quello che non sa è che nella città-isola stanno per aprirsi le porte dell’inferno.

 

In Dieci cose da sapere sull’economia italiana prima che sia troppo tardi, Alan Friedman ha cercato di raccontare in modo semplice l’economia, un argomento che tocca le vite di tutti quanti noi, spiegando come funzionano davvero le cose, dove stiamo andando e cosa possiamo fare per salvarci, finché siamo in tempo.

Titolo: Dieci cose da sapere sull’economia italiana prima che sia troppo tardi

Autore: Alan Friedman

Casa editrice: Newton Compton Editori

Data di pubblicazione: 29 gennaio 2018

Collana: Saggistica

Numero: 561

ISBN: 978-88-2271-838-9

Pagine: 256

Costi: 4.99 euro / 10.00 euro

Link d’acquisto: Amazon (ebook), Amazon (cartaceo)

Sinossi: Avrò mai una pensione? L’Europa ci aiuta o ci danneggia? Chi paga il salvataggio delle banche?
Capire come funziona l’economia è fondamentale se vogliamo comprendere i meccanismi che regolano i rapporti tra noi e lo Stato e prendere le giuste decisioni per la nostra famiglia e per il nostro futuro. Dieci cose da sapere sull’economia italiana di Alan Friedman è un libro scritto con un linguaggio comprensibile, lontano da quello degli addetti ai lavori, indispensabile per tutti coloro che non vogliono essere più strumentalizzati dagli imbonitori della politica. Numeri, cifre e statistiche reali per rispondere con la verità dei fatti a chi promette facili soluzioni, per controbattere ai politici che lanciano proclami e mentono su questioni importantissime: perché l’Italia non cresce più? Perché non crea più posti di lavoro? Perché gli italiani sono i più tassati d’Europa? Di quale politico italiano ci si può fidare di più? Quale futuro dobbiamo veramente aspettarci per il nostro Paese?

 

Come se fosse davvero necessario specificarlo, l’amore per i libri è davvero una straordinaria avventura e lo possiamo comprovare leggendo il nuovo libro di Traci Chee, seguito de La lettrice.

Titolo: La lettrice. Il libro dei segreti

Autrice: Traci Chee

Casa editrice: Newton Compton Editori

Data di pubblicazione: 1 febbraio 2018

Collana: Vertigo

Numero: 173

ISBN: 978-88-2271-436-7

Pagine: 416

Costi: 4.99 euro / 9.90 euro

Link d’acquisto: Amazon (ebook), Amazon (cartaceo)

Sinossi: Sfuggiti per un soffio alle grinfie della Guardia, Sefia e Arciere si sono rimessi in marcia, sfruttando la protezione della foresta per curare le ferite e pianificare la prossima mossa. Arciere è perseguitato da ricordi dolorosi, frutto di un trauma del passato che si ripresenta ogni volta che chiude gli occhi. Quando vengono circondati da un gruppo di marchiatori, Arciere trova finalmente il modo di sconfiggere i suoi incubi: combattere gli aggressori e liberare i ragazzi che tengono prigionieri. Con Sefia accanto, comincia così la sua missione, attraverso il regno di Deliene. Ma più battaglie si trovano ad affrontare e più Arciere desidera combattere ancora, fino a che la sua sete di violenza non rischia di trasformarlo da ragazzo timido a spietato guerriero con un destino di sangue. Non appena Sefia comincia a collegare il destino di Arciere al passato misterioso di suo padre, la minaccia di una nuova guerra tra regni inizia a farsi pressante e i due ragazzi dovranno trovare un modo per evitarla a tutti i costi, se non vogliono che il futuro dell’intero mondo precipiti in un abisso di morte e distruzione.

 

Quanto si deve fuggire lontano per concedersi un nuovo inizio? Nell Sullivan ne Un amore dolcemente complicato non lo sa di preciso, ma decide comunque di non pensare troppo alle conseguenze quando fa i bagagli per andarsene a San Francisco, senza farselo ripetere due volte: dopotutto, una volta rimasta single e disoccupata, cosa ancora la trattiene?

Titolo: Un amore dolcemente complicato

Autrice: Miranda Dickinson

Casa editrice: Newton Compton Editori

Data di pubblicazione: 1 febbraio 2018

Collana: Narrativa

Numero: 1790

ISBN: 978-88-2271-842-6

Pagine: 384

Costi: 2.99 euro / 9.90 euro

Link d’acquisto: Amazon (ebook), Amazon (cartaceo)

Sinossi: Un singolo giorno può cambiare tutto. Nell Sullivan è nota tra i suoi amici per essere la precisina con un “piano quinquennale”. La sua agenda è sempre fitta di impegni e non c’è nessuno in tutta Londra altrettanto organizzato e responsabile. Ma quando si trova senza un lavoro e di nuovo single nello stesso giorno, Nell decide che è arrivato il momento di smetterla di pianificare tutto e cominciare a correre dei rischi. È così che mette insieme i suoi risparmi per concedersi finalmente un viaggio verso la città nella quale tutto è possibile: San Francisco. Neanche il tempo di arrivare, e viene accolta da una variegata e bizzarra ondata di nuove conoscenze, tra cui l’intrigante e bellissimo Max. Molto presto, grazie a loro, comincerà a sentire la città californiana come una seconda casa. Ma, arrivato il momento di tornare a Londra, metterà in valigia anche la nuova Nell, quella più spontanea e rilassata? E la magia di San Francisco continuerà a produrre effetti anche a miglia e miglia di distanza?

 

I segreti perduti della tecnologia nazista è una straordinaria storia in cui si fondono spionaggio e tecnologia, trame e complotti, ricerche tenute segrete a ogni costo, scoperte eccezionali e fallimenti, un libro dove vengono trattate le ricerche e gli esperimenti degli scienziati di Hitler, fino ad oggi tenuti nascosti.

Titolo: I segreti perduti della tecnologia nazista

Autore: Gary Hyland

Casa editrice: Newton Compton Editori

Data di pubblicazione: 1 febbraio 2018

Collana: I volti della storia

Numero: 454

ISBN: 978-88-2271-439-8

Pagine: 384

Costo: 12.00 euro

Link d’acquisto: Amazon (cartaceo)

Sinossi: Fino a che punto erano giunte davvero le ricerche dei nazisti per realizzare armi segrete sempre più potenti?
Quali erano i progetti a cui stavano lavorando? E dove sono finiti i risultati dei loro esperimenti? A queste domande tenta di dare una risposta I segreti perduti della tecnologia nazista, attraverso l’analisi di documenti e testimonianze che insinuano in chi legge un dubbio sconcertante: gli UFO sono davvero il prodotto di civiltà extraterrestri, o non sono che il risultato, tenuto accuratamente nascosto, delle scoperte tecnologiche degli scienziati di Hitler di cui gli americani sarebbero venuti in possesso e che ancora oggi continuerebbero a sviluppare? Domande scomode che, con l’ausilio di un imponente lavoro di ricerca, Gary Hyland sottrae al mondo delle ipotesi congetturali, per gettare una nuova luce sulla storiografia della seconda guerra mondiale.

 

Il secondo volume della Rock Chick Series di Kristen Ashley, dal titolo Dimmi che ci sei, finalmente viene pubblicato anche in cartaceo: avete già riservato il suo posticino nella vostra libreria fisica di fianco al suo predecessore?

Titolo: Dimmi che ci sei

Serie: Rock Chick Series #2

Autrice: Kristen Ashley

Casa editrice: Newton Compton Editori

Data di pubblicazione: 1 febbraio 2018

Collana: Anagramma

Numero: 610

ISBN: 978-88-2271-471-8

Pagine: 448

Costo: 9.90 euro

Link d’acquisto: Amazon (cartaceo)

Sinossi: Fino a che punto erano giunte davvero le ricerche dei nazisti per realizzare armi segrete sempre più potenti?
Quali erano i progetti a cui stavano lavorando? E dove sono finiti i risultati dei loro esperimenti? A queste domande tenta di dare una risposta I segreti perduti della tecnologia nazista, attraverso l’analisi di documenti e testimonianze che insinuano in chi legge un dubbio sconcertante: gli UFO sono davvero il prodotto di civiltà extraterrestri, o non sono che il risultato, tenuto accuratamente nascosto, delle scoperte tecnologiche degli scienziati di Hitler di cui gli americani sarebbero venuti in possesso e che ancora oggi continuerebbero a sviluppare? Domande scomode che, con l’ausilio di un imponente lavoro di ricerca, Gary Hyland sottrae al mondo delle ipotesi congetturali, per gettare una nuova luce sulla storiografia della seconda guerra mondiale.

 

Dall’autrice di Uptown Girl e Wedding Girl, arriva finalmente Black Kiss, il nuovo libro di Raffaella V. Poggi, un romanzo che ci porterà a conoscere una famosissima e decisamente sexy rock band.

Titolo: Black Kiss

Autrice: Raffaella V. Poggi

Casa editrice: Newton Compton Editori

Data di pubblicazione: 3 febbraio 2018

Collana: Narrativa

Numero: 1854

ISBN: 978-88-2271-834-1

Pagine: 100

Costo: 0.99 euro

Link d’acquisto: Amazon (ebook)

Sinossi: I Black Kiss sono una rock band. Irriverenti, ricchi, famosi e tatuati, sono abituati ad avere tutto ciò che desiderano. Paul Garrison, frontman e chitarrista, con la sua Gibson Les Paul incanta milioni di fan; è abituato a prendere tutto quello che vuole, quando vuole e come vuole. E adesso vuole Amy. Stephen Jensen, batterista e autore, ha il pallino dei felini… e non solo. Bobby Price… be’, lui è quasi normale, ed è il tastierista. E le loro ragazze? Nulla hanno da invidiare a quei “signori”, anzi. Non resta che leggere le loro storie e scoprire perché si chiamano Black Kiss…

 
 

 
 

Una storia positiva è al centro de La manutenzione dei sensi che trabocca di umanità e sensibilità autentiche e che contiene una riflessione sul labile confine che divide la normalità dalla diversità.
Franco Faggiani ha scritto un romanzo sul cambiamento, la paternità, la giovinezza, in cui padre e figlio ritroveranno la loro dimensione più vera proprio a contatto con la natura, riappropriandosi di valori irrinunciabili come la semplicità e la bellezza.

Titolo: La manutenzione dei sensi

Autore: Franco Faggiani

Collana: Le strade

Numero Collana: 340

Casa editrice: Fazi Editore

Data di pubblicazione: 1 febbraio 2018

Genere: Narrativa contemporanea

Formati: Ebook / Cartaceo

ISBN: 978-88-9325-274-4 (cartaceo)

Pagine: 250

Costi: 7.99 euro / 16.00 euro

Link d’acquisto: Amazon (ebook), Amazon (cartaceo)

Sinossi: A un incrocio tra casualità e destino si incontrano Leonardo Guerrieri, vedovo cinquantenne, un passato brillante e un futuro alla deriva, e Martino Rochard, un ragazzino taciturno che affronta in solitudine le proprie instabilità. Leonardo e Martino hanno origini ed età diverse, ma lo stesso carattere appartato. Il ragazzo, in affido temporaneo, non chiede, non pretende, non racconta: se ne sta per i fatti suoi e non disturba mai.
Alle medie, però, a Martino, ormai adolescente, viene diagnosticata la sindrome di Asperger.
Per allontanarsi dalle sabbie mobili dell’apatia che sta per risucchiare entrambi, Guerrieri decide di lasciare Milano e traslocare in una grande casa, lontana e isolata, in mezzo ai boschi e ai prati d’alta quota, nelle Alpi piemontesi.
Sarà proprio nel silenzio della montagna, osservando le nuvole in cielo e portando al pascolo gli animali, che il ragazzo troverà se stesso e il padre una nuova serenità. A contatto con le cose semplici e le persone genuine, anche grazie all’amicizia con il burbero Augusto, un anziano montanaro di antica saggezza, padre e figlio si riscopriranno più vivi, coltivando con forza le rispettive passioni e inclinazioni.

Per il genere Women’s Fiction, Triskell Edizioni pubblica Io e l’@ltra me di Francesca Rossini, un libro che narra la storia di Daniela, la classica ragazza imbranata che decide di dare una svolta alla sua vita creando un profilo social, Gret@, affinché possa fare la conoscenza del principe azzurro che tanto brama per sé.

Titolo: Io e l’@ltra me

Collana: Reserve

Autrice: Francesca Rossini

Casa editrice: Triskell Edizioni

Data di pubblicazione: 30 gennaio 2018

Genere: Women’s Fiction

Formati: Pdf, Epub, Mobi

ISBN: 978-88-9312-360-0

Pagine: 257

Costo: 4.99 euro

Link d’acquisto: Amazon

Sinossi: Daniela è una ragazza semplice, chiusa nelle sue paure, goffa e timida. Sempre alla ricerca del principe azzurro, perennemente a dieta.
Decide di creare un profilo social per conoscere qualcuno, e così nasce Gret@.
Da quel momento ha inizio una lotta tra due parti opposte di una personalità che si contendono lo stesso uomo.
Chi ne uscirà vincitrice?

 

La famiglia di Cooper è completamente distrutta. I suoi genitori hanno divorziato e quindi, come il peggiore dei “pendolari”, deve giostrarsi tra mamma a papà a settimane alterne. Potrebbe andare tutto bene, se solo non dovesse sopportare la presenza dell’altra donna, Lila, e di suo figlio, Jace.

Titolo: rock – La mia roccia

Titolo originale: rock

Collana: Rainbow

Autrice: Anyta Sunday

Casa editrice: Triskell Edizioni

Data di pubblicazione: 1 febbraio 2018

Traduttrice: Chiara Fazzi

Genere: Contemporaneo

Formati: Pdf, Epub, Mobi

ISBN: 978-88-9312-361-7

Pagine: 255

Costo: 4.99 euro

Link d’acquisto: Amazon

Sinossi: Igneo.

Quando i genitori di Cooper divorziano, lui si becca le settimane alterne: una con mamma e una con papà. Solo che non è semplicemente costretto a vivere con suo padre. C’è anche Lila: l’Altra Donna, quella che ha portato via le fondamenta – solide come roccia – della sua vita. E poi… C’è Jace. Il figlio di Lila. L’arrogante figlio di Lila, con gli occhi blu color scaglie-di-pesce-rigurgitato. Cooper vuole soltanto riavere la sua famiglia com’era una volta ma qualcosa, in questo ragazzo, gli garantisce che le cose non saranno mai più le stesse.

Sedimentario.

Cooper si oppone alla realtà della sua nuova vita e lui e Jace partono col piede sbagliato. Ma sbagliato o meno, dopo centinaia di ricordi condivisi, forgiano qualcosa di nuovo. Un’amicizia… intima. Perché fra loro può esserci soltanto dell’amicizia. Anche se non sono proprio fratelli per davvero. Tecnicamente, non sono nemmeno fratellastri…

Metamorfico.

Ma come si evolve questa amicizia, sotto le pressioni della vita? Sotto la spinta del cuore?

 
 

 
 

Eraldo Affinati, con questa sorprendente Spoon River, imbastisce un processo autobiografico e collettivo sui temi che sin dall’inizio hanno contraddistinto, come un filo rosso, la sua opera inconfondibile: libertà, responsabilità, educazione, giustizia, valori etici, religiosi e politici. Ma stavolta, scoprendo le ragioni profonde della propria vocazione pedagogica e letteraria, non può evitare di subire il controfagotto, comico e caustico insieme, del suo allievo preferito: il solo, forse, in grado di consegnargli alla fine la vera risposta che lui desiderava.

Titolo: Tutti i nomi del mondo

Autore: Eraldo Affinati

Casa editrice: Mondadori

Collana: Scrittori italiani e stranieri

Data di pubblicazione: 30 gennaio 2018

Genere: Narrativa contemporanea

Formati: Copertina rigida / Ebook

ISBN: 978-88-0468-565-4 (cartaceo)

Pagine: 280

Costi: 19.00 euro / 9.99 euro

Link d’acquisto: Amazon (cartaceo), Amazon (ebook)

Sinossi: Fare l’appello delle persone che abbiamo incontrato nella nostra vita, capire in quale senso sono state importanti e perché hanno lasciato un marchio indelebile: l’insegnante protagonista di questo romanzo compie un gesto consapevolmente rischioso che tuttavia lui sente necessario, quasi ineludibile. Ad accompagnarlo nell’impresa, con l’ingenua volontà di proteggerlo, per fortuna c’è Ottavio, suo ex alunno ripetente che si esprime soltanto in romanesco. Rispondono ventisei nomi, quante sono le lettere dell’alfabeto: individui provenienti da ogni parte del mondo, giovani profughi, antichi amici dispersi, nonni paterni e materni, adolescenti pieni di speranza, a volte sventurati. Alcuni, sopravvissuti a guerre e carestie, vivono fra noi; altri, che lasciano intravedere, insieme a un passato lancinante, vicende legate alla storia della Resistenza italiana, parlano da un oltre. Gli interlocutori, convocati al Colle Oppio di Roma, registrano la loro presenza in una scuola di lingua per immigrati, chiamata Penny Wirton, dove frattanto continua a scorrere tumultuoso il fiume d’umanità dolente che tutti ben riconosciamo. Ognuno racconta l’avventura in cui è impegnato. Ne scaturisce un’originale riflessione corale sull’epoca che stiamo attraversando, scrutinata nel filtro di un’esperienza intima e personale.

 

A partire da un dolore comune a tanti – la malattia, la fine di un matrimonio, un bambino da proteggere – e armata di un talento luminoso e di una grazia unica, Ilaria Bernardini inventa un alfabeto botanico-sentimentale con cui compone una formula magica dal potere universale. Con Faremo foresta inauguriamo un movimento gentile, fatto di cura e mani nella terra, di attenzione e di presenza. Questo libro è molto più di una storia, è un inno alla vita, una dolce rivoluzione del pensiero, un mantra per sopravvivere alla siccità e fiorire nel deserto. Per, poi, fare foresta.

Titolo: Faremo foresta

Autrice: Ilaria Bernardini

Casa editrice: Mondadori

Collana: Scrittori italiani e stranieri

Data di pubblicazione: 30 gennaio 2018

Genere: Narrativa contemporanea

Formati: Copertina rigida / Ebook

ISBN: 978-88-0468-566-1 (cartaceo)

Pagine: 186

Costi: 19.00 euro / 9.99 euro

Link d’acquisto: Amazon (cartaceo), Amazon (ebook)

Sinossi: Tutto ha inizio nel giorno del disastro. Anna sta piangendo la fine del suo amore: lei e il papà di Nico, il loro bambino di quattro anni, hanno deciso di lasciarsi. Quel giorno Anna incontra per caso Maria, un’amica di sua sorella che non conosce bene. Mentre parlano, Maria comincia a stare molto male. Anna le tiene la mano, la guarda crollare, chiama i soccorsi. Solo dopo l’ambulanza, il ricovero, le telefonate, si scopre che Maria ha avuto un aneurisma cerebrale. Trascorre una lunga estate di convalescenza e dolore per entrambe. Come si fa a reimparare a uscire di casa e parlare con le persone dopo aver capito quanto vicina è la fine? Come si fa a dire a un bambino che il papà e la mamma non si amano più? La crisi economica ha intanto reso tutti più poveri, le meduse invadono i mari, si annuncia la fine del mondo e pure le piante sul terrazzo della nuova casa di Anna e Nico sono mezze morte. Attorno alle due donne, solo siccità, incertezza e paura. Finché, insieme, cominciano a occuparsi del terrazzo disastrato e, mentre Maria toglie il secco e il morto, pianta nuovi semi e rinvasa, Anna le prepara da mangiare. Così, stagione dopo stagione, la menta diventa verdissima e forte, il limone e il fico danno i frutti e spuntano i girasole. L’oleandro e il glicine s’infittiscono, arrivano le lucertole, le farfalle, e ogni mattina un merlo comincia a visitare Anna e Nico…

 

Intrecciando passato e presente così che ogni personaggio possa raccontare la sua verità, John le Carré scrive un romanzo avvincente di straordinario spessore letterario, raffinata ironia e ambivalenza morale e segna il ritorno della spia più famosa della letteratura contemporanea, George Smiley, chiudendo il cerchio di un’epoca che non esiste più.

Titolo: Un passato da spia

Autore: John Le Carré

Casa editrice: Mondadori

Collana: Omnibus

Data di pubblicazione: 30 gennaio 2018

Genere: Gialli, Thriller

Formati: Copertina rigida / Ebook

ISBN: 978-88-0468-560-9 (cartaceo)

Pagine: 259

Costi: 20.00 euro / 9.99 euro

Link d’acquisto: Amazon (cartaceo), Amazon (ebook)

Sinossi: Peter Guillam, fedelissimo collega e discepolo di George Smiley dei Servizi segreti britannici, è ormai da tempo in pensione nella sua tenuta agricola in Bretagna dove vive con la famiglia, quando riceve inaspettatamente una lettera che lo convoca a Londra nel quartier generale dell’Intelligence. A quanto pare il suo passato durante la Guerra Fredda lo sta richiamando. Quelle che un tempo erano considerate le più famose operazioni di spionaggio nelle quali erano coinvolti personaggi del calibro di George Smiley, Alec Leamas, Jim Prideaux, e lo stesso Peter Guillam, vengono ora analizzate e investigate da una nuova generazione che non ha alcuna memoria di quegli anni. Chi è davvero responsabile di atti commessi molti anni prima in nome di qualcosa che non esiste più? Qualcuno deve pagare il sangue innocente che è stato versato per una causa considerata giusta per il bene comune.

 

Dopo Io prima di te e Dopo di te, Jojo Moyes regala ai suoi lettori una storia meravigliosa e coinvolgente, caratterizzata da personaggi autentici e indimenticabili a cui è impossibile non affezionarsi e da una voce sincera ed empatica.

Titolo: Sono sempre io

Autrice: Jojo Moyes

Traduttore: M. C. Dallavalle

Casa editrice: Mondadori

Collana: Omnibus

Data di pubblicazione: 30 gennaio 2018

Genere: Narrativa contemporanea

Formati: Copertina rigida / Ebook

ISBN: 978-88-0468-611-8 (cartaceo)

Pagine: 440

Costi: 19.00 euro / 9.99 euro

Link d’acquisto: Amazon (cartaceo), Amazon (ebook)

Sinossi: Lou Clark sa tante cose… Ora che si è trasferita a New York e lavora per una coppia ricchissima e molto esigente che vive in un palazzo da favola nell’Upper East Side, sa quanti chilometri di distanza la separano da Sam, il suo amore rimasto a Londra.
Sa che Leonard Gopnik, il suo datore di lavoro, è una brava persona e che la sua giovane e bella moglie Agnes gli nasconde un segreto. Come assistente di Agnes, sa che deve assecondare i suoi capricci e i suoi umori alterni e trarre il massimo da ogni istante di questa esperienza che per lei è una vera e propria avventura. L’ambiente privilegiato che si ritrova a frequentare è infatti lontanissimo dal suo mondo e da ciò che ha conosciuto finora.
Quello che però Lou non sa è che sta per incontrare un uomo che metterà a soqquadro le sue poche certezze. Perché Josh le ricorda in modo impressionante una persona per lei fondamentale, come un richiamo irresistibile dal passato…

 

Tre forze silenziose dominano oggi la società italiana: la ricchezza patrimoniale di milioni di famiglie, la povertà demografica di un Paese nel quale le nascite di nuovi bambini sono sempre più rare (mentre i giovani emigrano) e la fragilità culturale evidente in una proporzione di laureati e diplomati fra le più basse dell’Occidente. Il modo in cui queste forze si combineranno fra loro è destinato a decidere del nostro futuro.

Titolo: La maestra e la camorrista

Autore: Federico Fubini

Casa editrice: Mondadori

Collana: Strade blu

Data di pubblicazione: 30 gennaio 2018

Genere: Saggistica

Formati: Brossura / Ebook

ISBN: 978-88-0466-900-5 (cartaceo)

Pagine: 135

Costi: 17.50 euro / 9.99 euro

Link d’acquisto: Amazon (cartaceo), Amazon (ebook)

Sinossi: Molto più di quanto ammettiamo a noi stessi, noi italiani siamo frutto di un’eredità. Non solo e non tanto collettiva, l’eredità culturale della nazione, ma strettamente individuale: la famiglia in cui siamo nati, il suo patrimonio finanziario o immobiliare, quello di conoscenze, linguaggi e relazioni sociali. Questi sono i principali fattori che in larga parte governano la stagnazione dell’economia e permettono di prevedere il futuro individuale di ciascuno di noi. L’eredità che ogni italiano riceve alla nascita dà forma e influenza il suo sviluppo e le sue chance di successo molto più di quanto sarebbe naturale in una democrazia avanzata. A maggior ragione lo fa, perché gli altri fattori trainanti del Paese oggi favoriscono questo effetto: una demografia declinante e la difficoltà di aprirsi agli stranieri e integrarli. Questo viaggio nella storia di tanti italiani ha un’idea al suo centro e la dimostra attraverso un processo profondamente innovativo: l’autore entra nelle scuole e negli asili d’infanzia e nelle imprese a conduzione familiare d’Italia e sottopone persone comuni e non a interviste e a esperimenti. Test sul loro comportamento e domande sui loro valori. Il quadro che emerge è quello di una “repubblica patrimoniale”, ma non senza speranza: esistono risposte precise e specifiche che possono affrontare questa strisciante malattia nazionale.

 

Frutto dell’incontro culturale tra due mondi e del contagio creativo di schemi mentali e linguaggi diversi, Un meraviglioso accidente premia l’ambizioso sforzo degli autori di voler trasmettere, con una narrazione piana, le idee di base sulla vita in forma non «scientificamente confezionata».

Titolo: Un meraviglioso accidente. La nascita della vita

Autori: Vincenzo Manca, Marco Santagata e ‎ Guido Scarabottolo

Casa editrice: Mondadori

Collana: Mondadori

Data di pubblicazione: 30 gennaio 2018

Genere: Saggio scientifico

Formati: Copertina rigida / Ebook

ISBN: 978-88-0468-593-7 (cartaceo)

Pagine: 144

Costi: 19.00 euro / 9.99 euro

Link d’acquisto: Amazon (cartaceo), Amazon (ebook)

Sinossi: Come è nata la vita sulla Terra? Come si sono formati gli organismi viventi a partire da materia inerte? Qual è il segreto del meccanismo riproduttivo che assicura una sostanziale identità tra gli individui della stessa linea generativa? E, infine, dove si colloca la specie umana in questo strabiliante anche se sempre meno misterioso processo? Per rispondere nel modo più semplice a domande così complicate un matematico-informatico, Vincenzo Manca, e un letterato-scrittore, Marco Santagata, hanno scelto di raccontare la nascita e l’evoluzione della vita sul nostro pianeta, a partire dal Big Bang, come la sceneggiatura di un film, descrivendo con la giusta tensione narrativa ambienti, personaggi, azioni, sequenza cronologica e i passaggi indispensabili per seguirne la trama. Così, pagina dopo pagina, incontriamo tutti i principali protagonisti – atomi, molecole, monomeri, polimeri, membrane, cellule, cromosomi, organismi e specie – e le svolte epocali di quella grandiosa e meravigliosa avventura iniziata 3 miliardi e 800 milioni di anni fa con la comparsa della protocellula LUCA, un aggregato di molecole in grado di generare copie di sé capaci di generarne altre, dalla quale provengono tutti gli esseri viventi. Rinunciando volutamente a formule chimiche ed equazioni matematiche, essenziali nell’elaborazione e comunicazione scientifica ma spesso barriere insormontabili per i non specialisti, gli autori sono riusciti – anche grazie agli illuminanti disegni di Guido Scarabottolo che corredano l’esposizione – nell’ardua impresa di illustrare in modo chiaro e senza mai scadere nella banalizzazione processi biochimici complessi come la replicazione, la generazione, la memorizzazione e la riproduzione, che sono i fili con cui l’«accidente» e la «regola» hanno tessuto l’ordito della nostra storia e identità biologica. Un lunghissimo cammino che, nonostante gli enormi progressi compiuti nella conoscenza delle sue leggi e della sua dinamica, lascia ancora aperti molti interrogativi cruciali.

 

È possibile immaginare un futuro senza banche? È realistico ipotizzare un sistema finanziario indipendente dall’attività bancaria? E, soprattutto, è possibile scongiurare una nuova crisi come quella che nel 2007-2008 ha trascinato l’economia mondiale in una delle più gravi e a tratti perduranti fasi recessive della storia, con costi sociali altissimi che i governi, in particolare quelli dei paesi occidentali, da un decennio stentano a fronteggiare? Jonathan McMillan, nom de plume dietro il quale si celano due esperti del settore – un accademico e un investment banker -, sembra non avere dubbi.

Titolo: La fine delle banche. Il denaro, il credito e la rivoluzione digitale

Autore: Jonathan McMillan

Traduttore: M. Esposito

Casa editrice: Mondadori

Collana: Frecce

Data di pubblicazione: 30 gennaio 2018

Genere: Saggistica

Formati: Copertina rigida / Ebook

ISBN: 978-88-0468-595-1 (cartaceo)

Pagine: 232

Costi: 19.00 euro / 9.99 euro

Link d’acquisto: Amazon (cartaceo), Amazon (ebook)

Sinossi: Il nostro sistema bancario, sostiene McMillan, è fondamentalmente instabile, soggetto a ogni genere di speculazione finanziaria e, come hanno dimostrato i tanti fallimenti di importanti istituti di credito, capace di sottrarsi alla vigilanza dei vari organi di controllo e alle valutazioni delle agenzie di rating. La rivoluzione digitale, poi, ha complicato tutto, rendendo le transazioni bancarie più complesse, i flussi di denaro meno trasparenti, i prodotti finanziari sempre più aleatori. Difficilmente, quindi, un settore così esposto e deregolamentato potrà sopravvivere a lungo. Tuttavia, secondo McMillan è proprio questa la buona notizia, perché l’inevitabile fine delle banche così come le abbiamo conosciute negli ultimi trent’anni suggellerà l’inizio di un sistema finanziario moderno, sicuro e funzionale. Affinché questo veda la luce sono sufficienti alcune regole e innovazioni molto semplici, che vanno dalla ridefinizione del ruolo del settore pubblico e delle banche centrali a nuovi criteri nell’erogazione del credito – come l’adozione di piattaforme peer-to-peer per l’allocazione dei prestiti -, dall’introduzione di norme finalizzate a scoraggiare le speculazioni finanziarie alla sempre maggiore diffusione della moneta elettronica, dal reddito incondizionato o «di base» per assicurare la stabilità dei prezzi a una cornice legale che garantisca un monitoraggio continuo e sicuro dell’attività creditizia. L’obiettivo, sostiene McMillan, è la disintermediazione bancaria, cioè la possibilità per famiglie e imprese di accedere al credito in forme nuove, creative e funzionali, spezzando quel legame tra credito e creazione di moneta che costituisce oggi una delle principali criticità del sistema bancario. La fine delle banche offre dunque un ventaglio di soluzioni innovative, non convenzionali, forse addirittura rivoluzionarie. Secondo alcuni critici, assolutamente irrealistiche e impraticabili. Ma perché attendere la prossima crisi finanziaria per metterle in atto? Forse, allora, potrebbe essere troppo tardi.

 

Sottolineando legami insospettati e istituendo parallelismi illuminanti, L’età della rabbia è un libro di immensa urgenza e di argomentazioni profonde. Una storia della nostra condizione attuale diversa da qualsiasi altra.

Titolo: L’età della rabbia. Una storia del presente

Autore: Pankaj Mishra

Traduttori: S. Prencipe e L. Fusari

Casa editrice: Mondadori

Collana: Mondadori

Data di pubblicazione: 30 gennaio 2018

Genere: Saggistica

Formati: Copertina rigida / Ebook

ISBN: 978-88-0468-594-4 (cartaceo)

Pagine: 350

Costi: 25.00 euro / 10.99 euro

Link d’acquisto: Amazon (cartaceo), Amazon (ebook)

Sinossi: Che cosa accomuna fatti in apparenza tanto diversi e lontani come il successo elettorale di Donald Trump negli Stati Uniti, il richiamo esercitato dallo Stato Islamico sui giovani di tanti paesi, la Brexit, l’uscita del Regno Unito dall’Unione europea, e la vittoria dei nazionalisti indù di Narendra Modi in India? Ripercorrendo in modo originale la storia delle idee dell’età moderna e rivisitando il pensiero di filosofi, scrittori e artisti come Voltaire, Rousseau, Fichte, Tocqueville, Herder, Marx, Wagner, Nietzsche, Dostoevskij, Bakunin, d’Annunzio e Mazzini, Pankaj Mishra rintraccia il filo rosso che attraversa questi e tanti altri eventi del nostro presente nella promessa, annunciata dall’Illuminismo, di un avvenire di giustizia, uguaglianza e prosperità che, per la gran parte dell’umanità, si è rivelata solo un’illusione, se non un vero e proprio inganno. È questo il luogo d’origine del ressentiment, quella miscela esplosiva di rancore, odio, invidia, sentimenti di umiliazione e impotenza che, avvelenando la società civile e attentando alla libertà politica, fa della fase storica che stiamo vivendo «l’età della rabbia», pericolosamente esposta alla demagogia e a nuove forme di autoritarismo e sciovinismo. I «ritardatari della modernità», cioè gli esclusi dai benefici del progresso (promessi a tutti, ma riservati a una minoranza), hanno sempre reagito in modi orribilmente simili: odio intenso verso nemici inesistenti, tentativi di ricreare un’epoca d’oro immaginaria e di affermazione di sé attraverso violenze spettacolari. Fu tra loro, infatti, che i movimenti sovversivi e i gruppi terroristici reclutarono i militanti nel XIX e XX secolo: giovani arrabbiati che diventavano nazionalisti in Germania, rivoluzionari messianici in Russia, scioperati bellicosi in Italia e terroristi anarchici a livello internazionale. Oggi, proprio come allora, la tecnologia, il mito della ricchezza facile e l’individualismo hanno spinto centinaia di milioni di persone in un mondo letteralmente «demoralizzato», sradicato dalla tradizione e nel contempo lontano dalla modernità, con gli stessi terribili risultati.

 

Votato alla frustrazione, come solo chi desidera diventare “il Mario Draghi della televisione italiana” può essere, il personaggio televisivo più glamour del momento si racconta per la prima volta in un libro, grazie anche alla penna di Marco Cubeddu, conosciuto durante le riprese di “Pechino Express” e assoldato come biografo ufficiale.

Titolo: L’ultimo anno della mia giovinezza

Autori: Costantino Della Gherardesca e Marco Cubeddu

Casa editrice: Mondadori

Collana: Vivavoce

Data di pubblicazione: 30 gennaio 2018

Genere: Biografia

Formati: Brossura / Ebook

ISBN: 978-88-0468-065-9 (cartaceo)

Pagine: 250

Costi: 18.00 euro / 9.99 euro

Link d’acquisto: Amazon (cartaceo), Amazon (ebook)

Sinossi: Come uno stomaco di maiale in asfalto. Come un canarino in una miniera. Come una donna nella tenda di un capo tribù sudanese. Come una duchessa francese. Come un Patek Philippe. Come il Principe Carlo. Come Laura Freddi. La vita di Costantino della Gherardesca è come tutte queste cose, a seconda del suo umore. Tra arte contemporanea, monomanie alimentari, amore per i farmaci, debiti e manie di grandezza, le sue giornate sono un’assurdoteca di amici, nemici, amanti, fallimenti e successi imprevisti. Il personaggio televisivo più glamour del momento si racconta per la prima volta in un libro. La sua eccentrica vita quotidiana, tra eccessi e fobie, e il suo passato di miserie e nobiltà lo fanno somigliare a un affascinante personaggio da romanzo.

 

Denominazione di Origine Inventata è un libro autorevole, che farà arrabbiare – ma forse anche ragionare – tutti coloro che sono fideisticamente innamorati del grande mito della tipicità italiana.

Titolo: Denominazione di origine inventata. Le bugie del marketing sui prodotti tipici italiani

Autore: Alberto Grandi

Casa editrice: Mondadori

Collana: Mondadori

Data di pubblicazione: 30 gennaio 2018

Genere: Saggistica

Formati: Copertina rigida / Ebook

ISBN: 978-88-0468-395-7 (cartaceo)

Pagine: 176

Costi: 18.00 euro / 9.99 euro

Link d’acquisto: Amazon (cartaceo), Amazon (ebook)

Sinossi: Il Parmigiano Reggiano più simile a quello creato tanti secoli fa dalla sapienza dei monaci emiliani? È il Parmesan prodotto nel Wisconsin, in USA. E quella meraviglia dolce e succosa, coccolata dal sole e dall’aria della Sicilia, che si chiama pomodoro di Pachino? È un ibrido prodotto in laboratorio da una multinazionale israeliana delle sementi. Per non dire del Marsala: fu inventato, commercializzato e prodotto su larga scala da un commerciante inglese che aggiunse alcool al vino al solo scopo di conservarlo meglio durante il trasporto verso la madrepatria. E tutto quel gran sbattersi per definire il vino DOC, DOP o IPG in base a presunte e millenarie tradizioni dei vigneti? Un nobile intento che però finge di non sapere che nella seconda metà del 1800 un parassita distrusse tutte le vigne presenti sul territorio italiano ed europeo. Dovendo ripartire da zero, i nostri viticoltori usarono obbligatoriamente viti non autoctone e innesti vari. Alberto Grandi, professore dell’Università di Parma, svela quanto marketing ci sia dietro lo strepitoso successo dell’industria gastronomica italiana. I tantissimi prodotti tipici italiani, gran parte dei piatti e la stessa dieta mediterranea sono buonissimi, ma le leggende di storia e sapienza che li accompagnano sono invenzioni molto più recenti, scaturite dalla crisi industriale degli anni Settanta: è in quel momento che imprenditori e coltivatori italiani si alleano per inventare una presunta tradizione millenaria del nostro cibo e il conseguente storytelling per sostenerla.

 

Astronavi, alieni, esplorazioni galattiche, e soprattutto il futuro dell’umanità… I temi classici della fantascienza novecentesca declinati in versione fumetto da uno dei più grandi maestri del genere in una serie di storie brevi e brevissime diventate di culto.

Titolo: Racconti di un futuro imperfetto

Autore: Alfonso Font

Casa editrice: Mondadori

Collana: Oscar Ink

Data di pubblicazione: 30 gennaio 2018

Genere: Graphic novel

Formati: Copertina rigida / Ebook

ISBN: 978-88-0468-454-1 (cartaceo)

Pagine: 96

Costi: 17.00 euro / 10.99 euro

Link d’acquisto: Amazon (cartaceo), Amazon (ebook)

Sinossi: Terrestri! Abbiamo osservato il vostro futuro e non ci piace, non ci piace per niente! Ci sembra un brutto futuro. Un futuro imperfetto. Perciò, noi della commissione intergalattica siamo giunti a due conclusioni: la prima… di voi terrestri ne abbiamo fin sopra gli zirly… E ci tenta l’idea di firlurizzarvi tutti quanti, pianeta compreso. La seconda… siete così stupidi che potreste distruggervi da soli, senza nessun aiuto esterno. Ma, poiché in entrambi i modi finireste per inquinare tutta la galassia con i vostri putridi resti, abbiamo deciso, per il momento, una terza opzione: mostrarvi qualche frammento del vostro futuro e sperare che riusciate a reagire, finché siete in tempo.

 

Pecora porta sulla scena, nel suo canto e nei suoi affreschi densi di varie aperture cromatiche e sonore, personaggi della nostra letteratura, scomparsi ma ancora vivi nelle loro opere (come Erba, Bellezza, la Morante, Palazzeschi, la Rosselli, Moravia, Wilcock, la Sanvitale, Penna), ma anche più semplici figure anonime della sua memoria familiare o della sua terra. Rifrazioni è dunque densissimo di pensieri e sensazioni, di frammenti di dolore e gioia, frutto di un cuore esperto eppure sempre aperto alla meraviglia e alle contraddizioni della realtà.

Titolo: Rifrazioni

Autore: Elio Pecora

Casa editrice: Mondadori

Collana: Lo specchio

Data di pubblicazione: 30 gennaio 2018

Genere: Poesia

Formati: Brossura / Ebook

ISBN: 978-88-0468-746-7 (cartaceo)

Pagine: 147

Costi: 18.00 euro / 7.99 euro

Link d’acquisto: Amazon (cartaceo), Amazon (ebook)

Sinossi: Nella ricchezza e varietà dei percorsi, la nuova raccolta di Elio Pecora è come un vasto poema cresciuto su se stesso assorbendo pensieri e figure, momenti di riflessione e frammenti di memoria. Immagini di una realtà personale e storica che riaffiorano e si intrecciano nella limpida classicità di pronuncia di un autore sempre fedele a se stesso e indifferente alle tendenze letterarie dei tempi. Pecora osserva con occhio critico la nostra epoca «che plaude all’urlo e allo scandalo», eppure sa che il destino dell’uomo può essere quello, in certi interstizi della storia, di «annaspare nel fango occhieggiando le stelle». Anche perché sa bene che l’esserci autentico si fonda sull’adesione al presente, poiché «Non si pronuncia la felicità, sta ferma nell’istante», e sebbene precipiti «l’ora, pure è la sola eternità / nella quale attestarsi». Non di meno il «pensiero del cuore», la più fidata guida del poeta, sa che il passato è un’immensa risorsa a cui continuamente attingere e che sempre ci convoca, essendo noi parte, come avrebbe detto Giovanni Raboni, della civile comunità dei vivi e dei morti.