Dopo qualche mese, ecco di ritorno un nuovo appuntamento dei consigli, condiviso con le mie colleghe blogger della League.
Vi avviso per correttezza e limpidezza: non seguitate a leggere il presente articolo se non volete aggiungere altri sei libri alla vostra wishlist! Sarà inevitabile, in caso non li abbiate già letti, davvero.

 

Il consiglio de Un angelo caduto

Per questo mese io consiglio Tutta colpa dei social di Cinzia La Commare. Ho scelto questo perché credo che sia un libro molto interessante: sia perché parla di questi maledetti social da cui siamo tutti rapiti e che un po’ limitano la nostra vita sociale ad un cellulare o a un pc, sia perché proprio da questi parte una storia d’amore davvero divertente, buffa ma tenera. Due persone completamente diverse, sia nel carattere che nell’aspetto, che dal loro primo casuale incontro daranno il via ad un tira e molla molto simpatico e coinvolgente. Mettetelo nella vostra wishlist se potete!

Link della recensione: Tutta colpa dei social

 

Il consiglio di Buona lettura

Consiglio I guardiani dell’isola perduta di Stefano Santarsiere. Un romanzo molto appassionante e adrenalinico, pieno di misteri e teorie fantascientifiche davvero originali, affascinanti e coinvolgenti, tanto da sembrare perfino vere. Una narrazione ricca di dettagli che aiuta il lettore a immergersi completamente tra le pagine e a scoprire poco per volta i misteri. Uno stile scorrevole, con il giusto ritmo di narrazione delle varie scene.

Link della recensione: I guardiani dell’isola perduta

 

Il consiglio di Palle di neve di Co

Consiglio Chi manda le onde di Fabio Genovesi. Un romanzo che mi ha stregato con uno stile unico e accattivante. Genovesi dovete leggerlo tutti tutto. L’autore riesce a incastrare perfettamente scene di vita quotidiana nel suo progetto originale con personaggi curati e stravaganti. Un libro che si divora pagina dopo pagina, storia dopo storia, seguendo le avventure di Luna, una bambina albina che ha imparato ad apprezzare le piccole cose, quelle che porta il mare.

Link della recensione: Chi manda le onde

 

Il consiglio de La Nicchia Letteraria

Un piccolo libro dai grandi contenuti e dalle infinite riflessioni. È proprio così che definirei Le nostre anime di notte di Kent Haruf, una storia che mi sento in dovere di consigliare a tutti per la profondità emozionale e meditativa toccata dalle vicende dei due protagonisti, Addie e Louis, due persone avanti con gli anni che riscoprono le gioie e i dolori propri unicamente di una vita vissuta in tutte le sue sfaccettature, un’esistenza che quindi può sorprenderli ancora e ancora, inaspettatamente e intensamente, come solo una sferzata di aria fresca e pura è in grado di fare. E in effetti, tra le pagine di questo romanzo, si respira a pieni polmoni e ci si mette in ascolto, pazienti, delle sue parole magiche, incantesimi bloccanti che tranquillizzano e destabilizzano insieme, sortilegi che sanno cogliere alla sprovvista nel bene e nel male con la loro capacità di descrivere l’intreccio congiunto di due esistenze separate, paradosso romantico che può possedere molteplici significati, sia positivi sia negativi, a seconda della propria predisposizione d’animo. Permettete, quindi, a voi stessi di passeggiare per le strade di Holt e lì, con attenzione e consapevolezza, perdetevi.

 

Il consiglio de Io resto qui a leggere

Consiglio Fracture di Barbara Bolzan, edito Delrai Edizioni, uno di quei libri che vanno letti, punto. Non c’è via di scampo.

Link della recensione: Fracture

 

Il consiglio di Libri, libretti, libracci

Consiglio La verità sul caso Harry Quebert, di Joël Dicker. Un libro dentro un libro, una storia che evolve e si trasforma, una verità che sfugge e che sembra sempre più come fumo, ma che si consolida in un rivelatorio finale che rende ancora più incredibile l’intero romanzo. La verità sul caso Harry Quebert è questo ed altro: un libro che confonde fino a mettere in dubbio le stesse intenzioni dell’autore, una storia che mi ha completamente soggiogata, trascinandomi per quasi ottocento pagine di rivelazioni e colpi di scena per poi lasciarmi senza parole.

Link della recensione: La verità sul caso Harry Quebert